Analisi del conto corrente bancario

Analisi del conto corrente bancario

 

Cos’è l’Analisi del conto corrente

L’analisi del conto corrente, tramite approfondite verifiche sui contratti di affidamento, di conto corrente e sugli estratti conto è volta a verificare l’esistenza d’illegittimi addebiti collegati all’apertura di un conto corrente e alle connesse aperture di credito.

Il costo per l’apertura e la gestione di un conto corrente è spesso poco trasparente per il cliente in quanto somma di voci fisse e variabili espresse sia in termini assoluti che percentuali.

In molti casi il rapporto di conto corrente nasconde:

  • l’applicazione di tassi usurari;
  • l’illegittimo addebito di interessi anatocistici;
  • la scorretta applicazione di commissioni di massimo scoperto;
  • la scorretta applicazione di commissioni per la messa a disposizione dei fondi o di commissioni previste per gli sconfinamenti;
  • la mancanza di pattuizione di tassi di interesse, commissioni e spese;
  • 
il 
mancato rispetto delle condizioni pattuite e/o l’errata applicazione delle commissioni.

 

A chi è rivolta

La perizia sul conto corrente si rivolge a tutti coloro che sono titolari di un rapporto di conto corrente e/o apertura di credito (privati, aziende, enti pubblici) e vogliono verificare l’illegittima applicazione di interessi anatocistici, di tassi usurari, di commissioni e spese nulle. La presenza anche di una delle problematiche elencate consente alla banca la restituzione di tutte le somme illegalmente versate.

Il servizio si rivolge anche ad avvocati che vogliono utilizzare la perizia tecnica in fase stragiudiziale sia giudiziale oppure commercialisti o consulenti aziendali, che vogliono supportare i propri clienti nella valutazione e verifica dei rapporti di conto corrente.

 

A cosa serve

L’analisi specifica dei conti correnti può aiutare a trattare preventivamente con la Banca in situazioni critiche, facilitare un dialogo con la banca per arrivare a un accordo/transazione, accedere a servizi bancari a condizioni migliori o migliorare le condizioni economiche applicate quando risultino troppo gravose, garantendo una forza contrattuale nei confronti della Banca.

In alcuni casi particolari, verificare la presenza d’illegittimi addebiti applicati dalla banca e stimarne il valore può essere di vitale interesse per l’impresa:

  • quando si è ricevuto un Decreto ingiuntivo;
  • quando si è colpiti da una perentoria richiesta di rientro sul fido;
  • in caso di pignoramento.

Sphera Consulting inoltre certifica per conto del curatore fallimentare la presenza di interessi o spese da stornare dal credito delle banche insinuate nello stato passivo, al fine di garantire a tutti i creditori ed agli eventuali fideiussiori una corretta ripartizione degli attivi. Anche nel caso la verifica evidenzi somme ripetibile di modesta entità, risulta in ogni caso utile per certificare ai creditori iscritti al passivo ed a eventuali garanti la mancata azione legale nei confronti degli istituti di credito.

Come procediamo

Sphera Consulting per mezzo dei propri analisti finanziari altamente specializzati nell’elaborazione di perizie tecniche su contratti bancari e strumenti finanziari, indispensabili in fase di trattativa stragiudiziale o di contenzioso, propone preliminarmente uno studio di fattibilità chiamato preanalisi. Tramite tale valutazione Sphera Consulting verificherà l’effettiva esigenza di ricorrere ad un elaborato peritale.

Non si tratta di strumenti utilizzabili in giudizio, ma efficaci per rilevare l’esistenza di eventuali criticità e, quindi, la convenienza di richiedere ai nostri analisti quantitativi l’elaborazione di una perizia tecnica. Gli analisti di Sphera Consulting, saranno inoltre sempre a disposizione telefonicamente per commentare i risultati delle analisi preliminari con il Cliente o con chiunque lo assista nel rapporto con l’Istituto di credito.

La perizia

La perizia sui conti correnti si sostanzia in un’analisi quantitativa che mostra il quadro completo di ogni singolo conto corrente, delle somme percepite illegittimamente o erroneamente dagli istituti di credito. 
Il nostro dipartimento di Ricerca e Sviluppo mantiene settimanalmente aggiornate le procedure di ricalcolo adottate in base alla giurisprudenza e agli interventi del legislatore.
 In base agli aggiornamenti normativi la perizia conti correnti di Sphera Consulting ridetermina il saldo del conto corrente:

  • controllando che i costi di gestione rispettino le clausole stabilite contrattualmente alla stipula;
  • eliminando l’effetto di interessi usurari;
  • eliminando l’effetto della scorretta applicazione della commissione di massimo scoperto (CMS) e delle altre commissioni e spese nulle;
  • neutralizzando la presenza di interessi anatocistici o ultra legali indeterminati.

I risultati dei ricalcoli sono riportati su una perizia che spiega in maniera dettagliata, minuziosa e completa le risultanze econometriche riportate nell’elaborato, l’analisi di ogni singola criticità contestata è motivata con argomentazioni matematiche e giustificata in base alla normativa vigente e alla giurisprudenza.

Ciò rende la perizia un perfetto strumento per discutere con l’istituto di credito in fase di trattativa stragiudiziale o per agire in fase di contenzioso.

Grazie  all’esperienza che ci ha visti e continua a vederci Consulenti Tecnici di parte (CTP), Sphera Consulting dispone della professionalità e delle conoscenze processuali per supportare le azioni legali sia in qualità di CTP sia a sostegno di redazioni di memorie e/o note critiche alle CTU o alle CTP di contro-parte.

Ricalcolo conto corrente

Differenza saldo banca e saldo ricalcolato con esempio.


Schermata 2016-07-26 alle 16.44.01

Schermata

Documentazione necessaria per la preanalisi dei conti correnti

  • Estratti conto scalari trimestrali dall’Apertura del conto alla chiusura o alla data odierna se ancora attivo;
  • Contratto sottoscritto di Apertura Conto Corrente e dei relativi affidamenti;
  • Variazioni delle condizioni contrattuali (se firmate dal cliente);
  • Proposte di modifica unilaterali del contratto;
  • Centrale dei rischi storica di Banca d’Italia;
  • Qualora si richieda la perizia per opposizione a decreto ingiuntivo allegare alla documentazione fornita anche tale ingiunzione con tutti gli allegati. E’ fondamentale nell’opposizione a decreto ingiuntivo avere tutti gli allegati a tale richiesta di pagamento; in questo modo la perizia verrà effettuata con precisione e difficilmente potrà essere contestata con credibilità dalla controparte.

Oppure contattaci con una semplice mail e ti faremo sapere di quali documenti abbiamo bisogno per dirti se hai avuto un danno economico, la stima dello stesso e le alternative percorribili.

 

E’ possibile compiere la verifica delle irregolarità bancarie su posizioni già chiuse. Le posizioni devono essere state chiuse da un tempo non superiore a 10 anni rispetto alla data della preanalisi, poiché dopo 10 anni dalla chiusura del conto corrente il termine prescrizionale risulta decorso.